ARTICOLI

Riprendere una corretta alimentazione dopo le feste

Vita da studente

Riprendere una corretta alimentazione dopo le feste

15 dic, 2021

La tavola delle feste restituisce al cibo il suo importante valore sociale, ma i piatti della tradizione sono spesso ricchi di carboidrati raffinati, grassi, sodio e zuccheri semplici, nutrienti che, in quantità eccessive, possono sovraccaricare l’organismo.
Come rimettersi in forma e prepararsi al rientro, senza abbandonarsi ai sensi di colpa?

Alimentazione_feste_natale_forma_UniSR (1)

Cosa evitare?

  • No alle diete drastiche: se saltiamo pasti o eliminiamo nutrienti essenziali (carboidrati, grassi) l’organismo si mette in allarme e conserva le riserve di grasso bruciando di meno. C’è poi il rischio di aumentare la fame nervosa e innescare comportamenti alimentari scorretti.
  • Mangiare solo insalata non è la soluzione. La verdura, che fornisce sali minerali, vitamine e fibra, è fondamentale. Ma il pasto deve contenere anche carboidrati a basso indice glicemico (riso, farro, orzo, quinoa, pasta, pane integrale o di segale…) e proteine magre di origine vegetale (ceci, piselli, fagioli, lenticchie…) o animale (carni bianche, uova, pesce), per dare energia e ridefinire con equilibrio la composizione corporea.
  • No agli alimenti industriali e troppo raffinati o densi di grassi saturi. Meglio evitare o ridurre al minimo il consumo di alcol e di dolci.

Alimentazione_feste_natale_forma_UniSR (2)

Cosa fare?

  • Bere! Una corretta idratazione è fondamentale: bisogna bere circa 2 litri di acqua al giorno, magari con qualche tazza di tè verde, ricco di polifenoli e antiossidanti che attivano il cervello.
  • Mangiare con regolarità! Orari regolari per i pasti senza saltare la colazione, fondamentale per riattivare il metabolismo e dare la giusta energia per studio o esami. Qualche idea? Yogurt bianco con frutta fresca a pezzetti, kefir con fiocchi d’avena, una fetta di pane integrale con crema di nocciole o mandorle o un velo di marmellata senza zuccheri.

Alimentazione_feste_natale_forma_UniSR (3)

  • Pranzi e cene equilibrati! Importante abbinare una buona porzione di verdura fresca e di stagione (broccoli, cavoli, cavolfiori, verza…), ricca di vitamine del gruppo B, con cereali integrali e proteine magre.
  • Spuntini smart! Scegliete frutta secca, ricca di vitamina E e acidi grassi omega3, per migliorare le funzioni cognitive e controllare il colesterolo, oppure un frutto fresco di stagione come il kiwi, un concentrato di vitamina C.
  • Rimanere attivi! Fondamentale praticare regolarmente attività fisica: una buona e svelta passeggiata di mezz’oretta aiuta a sconfiggere la sedentarietà e ritrovare la giusta concentrazione.

Alimentazione_feste_natale_forma_UniSR (4)

 

 

Bibliografia

Scritto da

Jessica Falcone
Jessica Falcone

Biologa Nutrizionista, laureata nel 2011 in Biologia applicata alle Scienze della Nutrizione presso l'Università degli Studi di Milano. Dopo un tirocinio post laurea a Vancouver, ha approfondito la nutrizione clinica presso l’Ospedale San Raffaele Turro, dove tuttora si occupa di prevenzione e cura dei Disturbi del Comportamento Alimentare. Elabora anche piani alimentari per donne in gravidanza e neomamme, bambini e adolescenti, sportivi. Durante gli incontri con i pazienti ama rappresentare la ‘dieta’ in senso etimologico come uno stile di vita di cui il cibo è uno degli elementi importanti per imparare a prendersi cura di sé.

Vai alla scheda dell'autore

Iscriviti alla newsletter

Lascia i tuoi dati per restare aggiornato su news ed eventi